Sarau para Radames di Vitor Garbelotto, ddm multimidia, 2015

sarau2

Recensione di Sarau para Radames di Vitor Garbelotto, ddm multimidia, 2015

Questo è il repertorio ideale per un concerto per sola chitarra brasilliana. Il chitarrista Vitor Garbelotto è riuscito a scegliere 11 brani semplicemente perfetti per una ideale serata di musica, 11 brani con cui omaggiare il compositore gaucho con sede a Rio de Janeiro, ma anche gli autori che avevano avuto contatto con la vita e le opere di Gnattali: ovvero Raphael Rabello e Paulo Cesar Pinhero con la loro “Camara”, Tom Jobim con la sua “Meu amigo Radames”, Paulinho da Viola con “Sarau para Radames”, Ernesto Nazareth con “Escorregando”, Pixinguinha con “Rosa”, Anibla Augusto Sardinha Garoto con “ Lamentos do Morro, Baden Powell e Vinicuius de Moraes con la medlesy Canto de Yemanjà/Canto de Xango e Chiquinha Gonzaga con Suspiro.
Garbellotto esegue questi brani con consumata perizia, si sente che questo è il suo repertorio e che sa gestirlo al meglio, è nel suo ambiente naturale. Quello che però mi sorprende è la tranquilla fluidità che sa esprimere con la sua chitarra, non è una cosa da poco, Garbelotto sa suonare quasi lasciando respirare la chitarra da sola, esprimendo un senso del breathe che, di solito, è più appannaggio di chi frequenta i territori del jazz rispetto a chi ha una formazione classica.
Le musiche sono stupende e Garbelotto le sa mettere nella giusta luce senza trascurare una sola nota e senza mai mostrare un calo di tensione, dimostrando una eccellente maturità artistica e una notevole sicurezza. Se volete un disco solo di musica brasiliana nella vostra collezione, fateci un pensierino, questo disco quel posto lo merita.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s