#Recensione di Family Album di David Starobin, Bridge Records 2007 su #neuguitars #blog

scansione0005

Recensione di Family Album di David Starobin, Bridge Records 2007

David Starobin è un fantastico chitarrista, lo sappiamo tutti, dedicatee di oltre 350 composizioni di compositori come Elliot Carter, George Crumb, Lukas Foss, Gunther Schuller, Poul Ruders, e Milton Babbitt, tra molti altri, e il fondatore dell’etichetta discografica Bridge record. La sua tecnica è chiara e pulita, rendendo possibile un suono così fluido e senza sforzo da riuscire a far facilmente dimenticare quanto a volte questa musica sia di difficile esecuzione.
La performance di Starobin sul nuovo Family Album non delude assolutamente trattandosi di musica di altissimo livello eseguita in maniera impeccabile. Il disco comprende i lavori di quattro compositori (oltre che se stesso) che il chitarrista cita come “old friends and collaborators—virtually family”.
Due composizioni, una di Starobin, sono stati destinati come duetti per Starobin e sua figlia Allegra (percussionista) , sua moglie Becky è uno dei produttori di CD’s, se poi si aggiunge la presenza di “tre dei miei colleghi di registrazione più vicino nel corso dei decenni” è abbastanza evidente il motivo per cui Starobin considera il cd “un affare di famiglia.”
Si comincia con i Six Preludes di William Bland, molto melodici e evidentemente scritti per chi ha una conoscenza estremamente intima del proprio strumento, Starobin non a caso le definisce “miniature nel miglior senso della parola: realizzati con attenzione artigianale, pezzi che di tanto in tanto includono idiomi popolari come il ragtime e blues”, e rappresentano la parte iniziale di un progetto di 48 studi che, visti i primi sei, rappresenteranno un notevole contributo alla letteratura chitarristica.
La New Rochelle Suite di Poul Ruders è fantasiosa e allegra e combina le percussioni (rullante, grancassa, triangolo, nacchere, frusta e richiami per uccelli), suonate da Daniel Druckman, alla chitarra realizzando un piatto misto delicato e stuzziacante. Personalmente ho molto apprezzato particolarmente il terzo movimento: Thanksgiving.
Tania León è nata a Cuba, ma risiede a New York fin dal 1967. Il suo pezzo Bailarín ( “Dancer”) è stato scritto nel 1998 come parte di un altro bellissimo disco di Starobin “Newdances” (a breve una recensione) ma era arrivato troppo tardi per poter entrare a far parte del progetto. Il groove insistente del pezzo tradisce le origini caraibiche dell’autrice, ma il pezzo vibra di accenti e visioni contemporanee e moderne.
I tre pezzi di Starobin intitolati Three places in New Rochelle, ammiccano a Charles Ives e permettono al percussionista Druckman di dar sfogo a tutta la propria creatività. “Mirage,” A “Mirage”, il secondo dei tre, aggiunge suoni suggestivi di triangolo, bocce di metallo riempite d’acqua, e schizzi d’acqua alle parti di chitarra. “The top of Mount Joy” è una canzone d’amore dedicata da Starobin a sua moglie, accompagnata e a volte “contrastata” nella sua melodia in stile americano da “nuvole” sonore di gong che si disperdono lentamente nell’aria.
Concludono il disco le sei parti della Semi-Suite di Paul Lansky ognuna liberamente basata su una diversa danza come si può intuire dai titoli dal tono umoristico: “Putative Prelude,” “Aimless Air,” “Crooked Courante,” “Shameless Sarabande,” “Awkward Allemande,” e “Partly Pavane.” Sono brani melodici, dal sapore forse dolcemente nostalgico.
Queste sono le istantanee nell’album di famiglia di David Starobin, che ci consentono di apprezzare in pieno la maturazione stilistica dell’autore nel corso della sua carriera. Mi è davvero piaciuto trascorrere quasi un’ora (53,29) ascoltando la sua chitarra, un piacere a cui vi invito, David Starobin non vi deluderà.

Registrazione pulita ed equilibrata, libretto di 16 pagine incluso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s