Dido+AEneas Teatro Toniolo – Conegliano 5 Febbraio 2017 su #neuguitars #blog

unnamed

Dido+AEneas
Teatro Toniolo – Conegliano
5 Febbraio 2017
ore 18.00 e ore 21.00
Ingresso libero

Da un’idea di Giovanna Donadini
Regia di Giacomo Gamba
Direzione artistica di Alberto Pollesel

Non è per nulla scontato che un grande compositore scriva brani per degli allievi: solo compositori che avevano a cuore la didattica come Purcell, Vivaldi e pochi altri, si sono cimentati in questo arduo compito.

Dido and Aeneas di Henry Purcell, composta sul libretto di Nahum Tate, è un exemplum unico nella storia del teatro di tutti i tempo: un’opera in tre atti scritta per le allieve di un collegio femminile di Chelsea, un sobborgo di Londra, e rappresentata per la prima volta nel 1689.

Pur con un obiettivo prettamente didattico, l’opera racchiude tutti gli elementi del teatro: il canto, la performance strumentale/orchestrale, la danza, la recitazione. Il tutto incorniciato dalla raffinatezza delle linee melodiche, dalla ricca sintesi delle strutture formali, dal rigore pedagogico del mito classico (lo scenario mitologico è quello del IV libro dell’Eneide di Virgilio), dall’elemento folkorico-animistico di figure appartenenti alle leggende anglosassoni (le Streghe), dal complesso simbolismo politico sociale che sta alla base dell’intera vicenda.

Tutte queste caratteristiche hanno portato gli insegnanti della classe di canto lirico dell’Istituto Musicale “Arturo Benedetti Michelangeli di Conegliano (TV) a valutare la rappresentazione di quest’opera come un’opportunità di celebrare la Musica e nello specifico cosa quello che una Scuola di Musica può dare.

La nostra visione dell’opera di Henry Purcell, sintetizzato nel titolo Dido+AEneas, è il risultato di un percorso creativo ed un approccio aperto che permette di compiere un viaggio emozionante in direzioni non convenzionali.

La peculiarità di questo allestimento prevede scelte registiche e scenografiche che trasportano lo spettatore direttamente nella periferia, nella discarica e nelle decadenza, lo immergono in una percezione di fine, di morte, che vede al centro di tutto il vortice narrativo la figura di Didone; un’eroina dei nostri tempi, una figlia di una madre scomposta e inconsapevole: la città metropolitana. Una moderna Cartagine, che non riesce a trovare un riscatto neanche dal contatto con le sue origini: il mito e la storia.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s