#Recensione di SubString Bridge di Mats Bergström (2002, Bis Northern Lighs BIS-NL-CD-5019) su #neuguitars #blog

scansione0003

Il chitarrista svedese Mats Bergström presenta un curriculum impressionante. Nato nel 1961 a Gävle, in Svezia, Mats Bergström cresce a Stoccolma in una famiglia di musicisti. Dopo il diploma al Conservatorio Reale de Musica di Stoccolma, trascorre un anno di studio a Londra, dove debutta alla Wigmore Hall. Negli anni ’80 è attivo prevalentemente come musicista da studio, suonando sia la chitarra elettrica sia quell’acustica. All’inizio degli anni ’90 frequenta un corso biennale alla Juilliard School di New York, quindi decide di dedicarsi soprattutto alla musica da camera e contemporanea, come solista o in ensemble.
Nella sua discografia troviamo Die schöne Müllerin di Schubert con Olle Persson (Caprice), My Love con Malena Ernman (BIS), Sånger utan ord con Georg Riedel (Naxos), Tárrega: Guitar Music (Naxos) e Dadodado (Mats Bergström Musik).
Dal 2006, Mats Bergström è membro dell’Accademia Reale Svedese di Musica. Nel 2011 gli è stata conferita la medaglia Litteris et Artibus.

L’inizio del mio interesse nei confronti di questo chitarrista nasce con il cd Substring Bridge, del 2002, contenente musiche di Anders Hillborg, Åke Parmerud, Arne Löthman, Steve Reich, Toru Takemitsu, Trio Escort e Johan Söderqvist….

Mats Bergström SubString Bridge (2002, Bis Northern Lighs BIS-NL-CD-5019)

La scelta di questo disco è dovuta a una serie di fattori:
– il repertorio, che con l’eccezione di due “classici” della musica contemporanea come Electric Counterpoint e All in Twilight, è di completo appannaggio di compositori svedesi e quindi opere interessanti ma di difficile reperibilità,
– l’interprete (è uno dei due chitarristi che suonano regolarmente nell’Ensemble Modern e quindi una indubbia garanzia di qualità, perfino un iper perfezionista come Frank Zappa ha avuto solo parole di elogio nei loro confronti)
– il fatto che questo album contenga ben due remix, Close Enough (Close Up di Hillborg Anders) e Escortic Joynt (Electric Counterpoint di Steve Reich), fatto di uso comune nell’ambito della popular music, ma solo di recente e difficile introduzione nella musica colta (Deutsche Grammophon docet).
Sono loro a colpirmi maggiormente: il remix di Magnus Frykberg (musicista svedese, autore di musiche per film e programmi televisivi, collaboratore, bassista e produttore per Jay Jay Johanson, Lisa Miskovsky, Kent, Cherry Eagle-Eye, Robyn, CajsaStina Åkerström e Papa Dee) inserisce nervosismi elettrici alla ritmica metodica e alla chitarra sincopata del brano di Hillborg Anders, mentre il Trio Escort riesce a realizzare un tributo minimal techno degno della miglior Chain Reaction tedesca riuscendo a inserire un ritmo ambient – motorik al processo musicale di Reich senza intaccare il rigore del suo contrappunto chitarristico.
Gli altri brani non sono da meno. SubString Bridge di Parmerud Ake stabilisce una buona relazione architettonica tra la chitarra e le interazioni informatiche generate dal computer. Diptych di Lothman Arne gioca con i timbri della chitarra con un semplicità quasi disarmante, mentre i tranquilli chiaroscuri dell’Epilogue di Johan Soderqvist rappresentano una degna chiusura per questo album lontano anni luce dalle idee di Darmstadt ma che propone idee ugualmente interessanti, rigorose e che allo stesso tempo non disdegnano di giocare con la melodia e i colori pastello che sono nel naturale arsenale sonoro della chitarra classica.
In questo senso anche All in Twilight di Takemitsu non rappresenta un corpo estraneo ma ben si inserisce nel repertorio qui presentato. La bonus track multimediale mostra un po’ il peso degli anni e dell’accelerazione subita dalla curva tecnologica ma può essere di valida ispirazione per chi vuole anche dal vivo presentarsi con una maggiore interazione tra musica, video e suono.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s