#Recensione di Mats Bergström & friends, Electric Counterpoint, Mats Bergström Musik AB, (2012) su #neuguitars #blog

scansione0002

Durante i BBC Proms 2011 Bergström si esibisce alla Royal Albert Hall riscuotendo un grande successo con Electric Counterpoint di Steve Reich. L’anno successivo, l’incisione dello stesso brano è pubblicata su CD e Blu-ray in un lussuoso cofanetto grigio, credo a tiratura limitata, che contiene musiche di Steve Reich e di Edda Magnason e che sembra continuare il discorso iniziato con SubString Bridge, dieci anni prima…

Mats Bergström & friends, Electric Counterpoint, Mats Bergström Musik AB, (2012)

Mats Bergström torna ad omaggiare il talento di Steve Reich dopo 10 anni con un lavoro che si inserisce nel discorso iniziato con la precedente versione presente su Substring Bridge. Questo cofanetto è praticamente interamente incentrato sulla figura del compositore americano, oltre al brano che ne da il titolo troviamo infatti anche Nagoya Guitars e 2×5 dove viene accompagnato dagli amici Johan Liljedahl (chitarra elettrica e acustica), Svante Henryson (basso elettrico), Jonas Östholm (piano), Magnus Persson (batteria e percussioni). Mentre la stessa compositrice Edda Magnason (piano and vocals) si unisce a Bergström e a Johan Liljedahl nel brano finale So Many Layers of Colour Become a Deep Purple Heart, dedicato allo stesso Reich e chiaramente ispirato alle sue tematiche musicali.
Anche qui troviamo i remix, come Bergström aveva evidenziato in Substring Bridge (“I would like to recommend the disc ‘Reich Remixed’, a whole cd of remixes of Reich’s music, to anyone who – like me – has a weakness for this kind of music.” continuano a riscuotere il suo interesse tanto da chiamare Jay Jay Johanson (cantautore Svedese, noto per la sua voce malinconica e triste che adora immergere in dense ballate trip hop) e Magnus Frykberg (già ascoltato all’opera su Substring Bridge) a realizzare un Under the Weather MIX (Remix of Electric Counterpoint), tanto atmosferico, dark e immersivo. La cantante svedese Cornelia (http://www.iamcornelia.com/) viene chiamata invece a rileggere Nagoya Guitars, operazione da lei svolta concentrandosi più che sui suoni chitarristici, sugli aspetti ritmici del brano di Reich, integrandoli con la sua stessa voce.
Un disco davvero notevole come notevole è anche il dvd in blu-ray che lo accompagna. Bergström, e i musicisti che lo accompagnano, firmano un autentico atto di devozione nei confronti della musica di Reich con delle interpretazioni e dei remix davvero notevoli per bravura, intelligenza e capacità musicale. Un lavoro perfetto che si presenta piacevole all’ascolto sia per i non addetti ai lavori sia per chi proviene da altri ambiti musicali e che può essere comodamente usato come una porta d’ingresso in un mondo nuovo e affascinante.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s