#Recensione di The Wishing Stones di Tom Guarna; Destiny Records, 2017 su #neuguitars #blog

scansione0001

Recensione di The Wishing Stones di Tom Guarna; Destiny Records, 2017

http://www.destinyrecordsmusic.com/

http://www.tomguarnamusic.com/

Avete presente quando ascoltate un nuovo disco e, improvvisamente, avete la rinfrescante sensazione di tornare giovani? Se non l’avete mai provata non preoccupatevi: vuol dire che siete giovani.

The Wishing Stones mi suscita questa sensazione. Perchè? Tutto comincia dalla foto dei musicisti impegnati su questo disco, una band stellare che vede il pianista Jon Cowherd, il batterista Brian Blade e, attenzione, il contrabbassita John Patitucci! Proprio lui il grande John Patitucci, una delle mie grandi passioni ai tempi in cui impazzivo per il jazz e la fusion. Ma c’è dell’altro.

La prima volta che ho ascoltato questo disco ho pensato: “Bello, Tom Guarna ha davvero uno stile personale e piacevole, ha swing.” Bello il tono della sua chitarra, bello lo stile, fluido, le note scorrono piacevolmente, Guarna fa delle cose belle e interessanti e lo fa con una freschezza e una immediatezza che conquistano facilmente. Da una sensazione che tutto venga fuori senza sforzo, spontaneamente, con una intensità e una emotività che non posso fare a meno di ammirare.

Dicevamo che la band è spettacolare, Cowherd, Patitucci, e Blade brillano in ogni brano in tutto questo album, sia che si scambino il ruolo da solista con il chitarrista o che suonino l’accompagnamento perfetto per ogni canzone, tutte composte dallo stesso Guarna. Disco liscio come la seta e agitato come un ottimo swing. Raffinatissimo.