#Recensioni di Il Crollo della Mente Bicamerale (2006) e 8 Horror Vacui (2009) di Donatello Pisanello su #neuguitars #blog

scansione0007

Recensioni di Il Crollo della Mente Bicamerale (2006) e 8 Horror Vacui (2009) di Donatello Pisanello

https://www.donatellopisanello.com/

Personalità curiosa quella di Donatello Pisanello: arrangiatore di musica tradizionale salentina e compositore di colonne sonore. Chitarrista, anzi forse dovrei dire polistrumentista, dato che suona anche organetto, mandola, mandoloncello. Una laurea in filosofia nel 1989 e l’attività nella musica tradizionale salentina, fondando nel 1995 fonda il gruppo di musica tradizionale salentina viva Officina ZOE´.

Come chitarrista Pisanello ha realizzato questi due lavori Il Crollo della Mente Bicamerale e l’Origine della Coscienza del 2006 e 8 Horror Vacui per una entomologia quotidiana, del 2009, entrambi auto-prodotti e caratterizzati da un approccio sperimentale e di ricerca nei confronti dello strumento.

Penso che questi dischi si potrebbero rappresentare come due lati della stessa medaglia, entrambi introspettivi, entrambi caratterizzati da continui collegamenti a concetti e a una narrazione filosofica, entrambi caratterizzati da piccole cellule chitarristiche che vengono moltiplicate e stratificate tramite un’architettura complessa a base di effetti e di loop che non manca di citare il Maestro Robert Fripp, con una voce solistica, un chitarra dal suono molto sottile e quasi senza attacco che ricorda un Derek Bailey trasportato nella luce mediterranea. Il Crollo della Mente Bicamerale mostra tuttavia un aspetto più ritmico e solare, a tratti quasi minimalista, per essere una mente che crolla, si tratta di un crollo molto articolato, mentre 8 Horror Vacui…è una buona dimostrazione di come “nomen est omen”, la musica qui infatti si fa più scarna, ripetitiva, il senso di vuoto esce dalla chitarra di Pisanello, diventa quasi ossessivo e alla fine quando il cd finisce si ha come una sensazione di sollievo.

scansione0008

La musica di Pisanello è precisa, cerebrale, essenziale, complessa e articolata, un po’ come un pensiero filosofico, ponderata, meditata, articolata, nasce dalla testa e non dalla pancia e in questo ha la sua forza e la sua debolezza. E’ una musica meditata e costruita con precisione, ha un sapore poco emotivo, ma questo non è necessariamente un difetto, ascoltare la chitarra di Pisanello è come vedere una costruzione postmoderna che cresce e si sviluppa e che poi lentamente sparisce. Sicuramente interessante.

One Comment Add yours

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s