#Recensione di Morning Haikus, Afternoon Ragas di Buck Curran, Obsolete Recordings, 2018 su #neuguitars #blog

cover

Recensione di Morning Haikus, Afternoon Ragas di Buck Curran, Obsolete Recordings, 2018

https://obsoleterecordings.bandcamp.com/album/morning-haikus-afternoon-ragas

Buck Curran torna con le sue chitarre acustiche per un nuovo disco dai sapori quanto mai intimi e delicati. Cominciamo dal titolo “Morning Haikus, Afternoon Ragas” che è già una dichiarazione di intenti, un chiaro riferimento a quella corrente mistica della musica acustica americana che in anni di ribellione underground, di tentativi di ridefinire una cultura alternativa al capitalismo di massa statunitense ha prodotto alcune delle pagine più belle e interessanti della musica per chitarra acustica.
Diciassette brani in totale, alcuni dei quali presentati come “alternative versions” per un disco interamente dedicato ai figli di Buck: Shylah, Liam, and Francesco; a ciascuno dei quali Curran dedica una canzone, un brano ispirato.
I riferimenti musicali di Buck Curran sono sempre i medesimi: Basho, Fahey, la musica indiana e orientale, una visione quasi mistica della realtà. Ma in questo disco mi sembra di percepire qualcosa di nuovo. Mi sembra di avvertire una maggiore maturità, forse frutto dei recenti spostatemi di casa Curran, la nascita del nuovo figlio, l’arrivo in Italia, nuove amicizie, nuovi incontri, ma sopratutto una maggiore tranquillità e una maggiore consapevolezza. Il risultato è una musica che suona piacevolmente fresca e serena, intensa e brillante, consapevole e matura. Davvero bravo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s