#Recensione di Royal Winter Music di Otto Tolonen, Alba Records, 2015 su #neuguitars #blog

scansione0011

Recensione di Royal Winter Music di Otto Tolonen, Alba Records, 2015

http://www.alba.fi/en/shop/products/5210

http://www.ottotolonen.net/

Che cos’è la “Royal Winter Music” di Henze per un chitarrista? Una pietra di paragone? Un traguardo? Una chimera? Uno sforzo mentale e mnemonico? Di sicuro è un capolavoro. Una gemma nella lettura chitarristica contemporanea. Il frutto combinato degli sforzi di due geni: Julian Bream e Hans W. Henze. Otto Tolonen affronta quest’opera complessa con grande energia e creatività. La sua interpretazione è impeccabile e l’ho molto apprezzata, soprattutto con l’abbinamento con l’altro “figlio contemporaneo” di John Dowland: il Nocturnal di Britten. Forse è questa la chiave di lettura di questo disco: Henze e Britten, la Royal Winter Music e il Nocturnal, il passato e il contemporaneo. Mi sono spesso chiesto se con questi due brani questi due compositori potessero essere definiti come neoclassici. Potenzialmente ne hanno tutte le caratteristiche: entrambi guardano al passato alla ricerca di nuovi modelli, entrambi non sembrano soddisfatti delle soluzioni proposte dal verbo della musica dodecafonica, entrambi cercano un loro stile personale. Lo trovano nel passato, nel recupero di alcuni elementi stilistici molto diversi da quelli della contemporaneità a loro presente, ma diversamente dai compositoi neoclassici non li seguono pedissequamente. Li modificano. Ne cambiano la natura. Li adattano a uno strumento ancora poco frequentato dai compositori della loro epoca. In pratica: rielaborano un nuovo linguaggio, evitando le secche del neoclassicismo e generando una musica nuova e sempre diversa, in grado di continuare a interessare interpreti e ascoltatori a distanza di molti anni dalla loro creazione. Otto Tolonen si dimostra un interprete capace e sensibile. Dal suono, dalla sua concentrazione si intuisce che deve aver molto riflettuto e rielaborato questi due spartiti, alla ricerca, anche lui, di una sua interpretazione personale, di un suo stile. Il risultato è davvero notevole, per un disco di altissimo livello qualitativo. Molto bello e interessante anche il saggio, scritto dallo stesso Tolonen, all’interno del libretto del cd. Cinque stelle per la fantastica qualità di registrazione. Non limitatevi ad ascoltarlo su Spotify. Questo SACD merita un acquisto e un ascolto con mezzi migliori.

scansione0012

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s