#Recensione di Life on earth di Nocturnal Four (Ratko Zjaca), IN+OUT Records, 2018 su #neuguitars #blog

scansione0003

Recensione di Life on earth di Nocturnal Four (Ratko Zjaca), IN+OUT Records, 2018

http://www.ratkozjaca.com/

http://inandout-records.com/produkt/%e2%80%a2-life-on-earth-%e2%80%a2

Track Listing: Baracoa; Sense Of Mission; Mind Your Step; Shapes And Light; There Is No Tomorrow; Here Nothing Begins; Guanajo; Finding Our Place; Colours Of Dance.

Il jazz e la chitarra. Dove stanno andando? E’ da un po’ che mi pongo questa domanda. Il settore mi sembra un po’ in crisi, frammentato. Dopo la crescita, le trasformazioni degli anni 80 e 90, mi sembra ci sia qualche problema di identità. Una cosa abbastanza normale, tenendo conto dello sviluppo che c’è stato in passato e dell’altissimo livello qualitativo raggiunto da campioni come Pat Metheny, John McLaughglin, Allan Holdsworth, etc. Molti chitarristi si sono spostati in ambiti più sperimentali, condividendo le idee della libera improvvisazione, del free jazz, magari avvicinandosi anche alla musica contemporanea di estrazione accademica.

scansione0001

Altri hanno continuato su questa strada, spostando il lavoro di ricerca su una maggiore elaborazione dei dialoghi tra i musicisti e sulla conquista del tono ideale per lo strumento. Mi sembra che sia questo il caso di questo cd “Life on Earth”, opera del quartetto Nocturnal Four, guidato da chitarrista Ratko Zjaca assieme a Stefano Bedetti (tenor & soprano saxophone), Renato Chicco (Hammnd organ) e alla batteria di Antonio Sanchez, già sodale di Pat Metheny. C’è vita sulla terra? Sicuramente ce n’è su questo disco. I Nocturnal Four eseguono un lavoro perfetto, levigato e dal suono quasi aerodinamico, pulsante e preciso. La chitarra di Ratko Zjaca si muove in modo sinuoso e sicuro dentro a musiche dalla natura vellutata e crepuscolare. I Nocturnal Four propongono un jazz elegante e sofisticato, lontano sia dalle idee di Winton Marsalis sia dal free jazz. Forse, alla fine, “Life on earth” è semplicemente un bel disco.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s