#Recensione di Continuidad y deformacion di Antonio Amodeo, TYXart, 2018 su #neuguitars #blog

scansione0001

Recensione di Continuidad y deformacion di Antonio Amodeo, TYXart, 2018

https://www.tyxart.de/en/txa18119_amodeo_continuidad-y-deformacion.html

http://antonioamodeo.it/

https://www.amazon.fr/Continuidad-Y-Deformacion-Antonio-Amodeo/dp/B07GW2N3L2

Simon Rodriguez Porras (*1981) Sobre un canto de Pìlon (08:53)

Josè Vitores (*1962) Toccata e canzone for solo guitar (03:52)

Eduardo Flores Abad (*1960)
Continuidad y deformación (06:06)
Pasillo de propuesta (02:57)

Mario Gomez Vignes (*1934) 6×1 en 6 (06:11)

Alberto Chicayban (*1950) Grande sertão (04:52)

Guido Santorsola (1904–1994) Sonata n.3
Amabile (06:27)
Scherzo (03:19)
Lento (06:49)
Finale (03:59)

E pensare che c’è sempre qualcuno che si lamenta dell’esiguità del repertorio per chitarra classica.

scansione0003

Sì capisco, cari amici, Mozart non ha mai composto per chitarra classica e neanche Beethoven, ma non è il caso di né di farne una tragedia, né di continuare a lamentarvi. Invece di continuare a lamentarvi e a proporre e riproporre un’offerta musicale ormai arci nota e eseguita, forse sarebbe il caso di esplorare nuovi territori e possibilità. Antonio Amodeo ha evidentemente deciso di seguire questa strada realizzando nel 2018 questo interessante cd dedicato a un repertorio completamente nuovo. L’idea alla base di questo “Continuidad y deformacion” è quello di esplorare il repertorio contemporaneo realizzato nell’America Latina. Un repertorio poco conosciuto e valutato. E’ vero viviamo nell’epoca della globalizzazione, ma il settore della musica contemporanea per chitarra classica non sembra poter far affidamento sui canali di distribuzione a disposizione della musica indie-rock o del jazz d’avanguardia. Quindi, sebbene in America Latina e in Sud America vi siano ottimo compositori e interpreti non è facile acquistare i loro cd e quindi poter ascoltare le loro musiche. Ma torniamo a questo disco. Sei i compositori qui presenti, di questi mi era noto solo il nome di Guido Santorsola, anche se non avevo mai ascoltato la sua “Sonata nro.3”, per gli altri noto con piacere che sono ancora tutti viventi e che Simon Rodriguez Porras è del 1981. Tutte le musiche, con l’eccezione di “6×1 en 6” di Mario Gomez Vignes sono world premier recordings, quindi qui abbiamo l’occasione e il piacere di ascoltare musiche decisamente nuove e, purtroppo, poco conosciute. Si, purtroppo. Perché questo è un ottimo cd, le musiche sono tutte interessanti e ben eseguite. Si intuisce che Antonio Amodeo ha svolto un gran lavoro di ricerca e di interpretazione al fine di presentarle nella loro veste migliore, un lavoro basato su precisione certosina e una esaltante cura e ricerca del suono e del timbro. Ecco perché amo la musica contemporanea, non mi stanca mai, a differenza del repertorio classico ormai consolidato. Sono dischi come questo che fanno la differenza.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s