Intervista a IN/ELEKTRA, Silvia Cignoli e Valentina Guidugli (Novembre 2019) su #neuguitars #blog #girlspower

yolo

https://www.inelektramusic.com

https://industrialcoast.bigcartel.com/product/in-elektra-shimmering-behaviour

https://inelektra.bandcamp.com/releases

Ciao Silvia, ciao Valentina benvenute sul blog neuguitars.com, cominciamo dall’inizio: come vi siete incontrate?

Ciao Andrea, innanzitutto grazie molte per questo invito, è un piacere parlare del nostro lavoro.

Ci siamo conosciute sul web tramite amicizie comuni ed abbiamo cominciato a scambiarci idee, musica…era un periodo di reciproca conoscenza ed abbiamo lasciato sedimentare gli spunti per un po’. Poi l’occasione di un live insieme a Milano, per una stagione organizzata dall’amico Massimo Giuntoli e gli spunti hanno preso una strada più concreta, abbiamo cominciato a confrontarci davvero, a miscelare le idee, a sperimentare, improvvisare e comporre insieme in lunghissimi brainstorming sonori.

Vi siete trovate nonostante i vostri background siamo agli opposti, la classica e il Conservatorio per Silvia, il pop e il rock per Valentina. Qual è stato il terreno comune su cui vi siete trovate?

Quello della volontà di interazione e di sperimentazione, il non porre limiti alle fluttuazioni del linguaggio musicale e non dare nulla per scontato. Essere l’una l’interlocutrice dell’altra ha portato a molte rivoluzioni nella nostra vita musicale ed abbiamo ricavato e alimentato il terreno in cui IN/ELEKTRA ha potuto crescere. Tutto ciò inizialmente si è manifestato con la necessità della creazione di un sound, di un timbro che ci rappresentasse e che l’una ha cercato di perseguire nell’immaginario dell’altra. Naturalmente l’improvvisazione ha aiutato a far emergere le nostre peculiarità.

maxresdefault

Quanto tempo c’è voluto per creare il vostro esordio “Shimmering Behaviour”?

Alcuni brani dell’album sono ormai nel nostro repertorio da molto tempo, tuttavia hanno presentato innumerevoli rimaneggiamenti sia dal punto di vista formale che timbrico (ad esempio “Aurora II” e “Through Scenes”). Altri brani dell’album invece (come “The electrical spirit descended to the magnetic body” o “This weird glow underneath your door”) sono addirittura nati in studio. Ad ogni modo dalle registrazioni al master finale ci sono voluti circa un paio d’anni, in slalom fra tutte le nostre attività collaterali e la volontà di essere convinte del lavoro proposto.

Come mai la scelta della Industrial Coast come label per la release?

L’etichetta si interessò mesi fa alle musiche di Silvia, dando la disponibilità per la realizzazione di un progetto su supporto cassetta, dunque sono stati felicissimi di accogliere IN/ELEKTRA e noi di far parte di una Label davvero trasversale ma che ospita artisti ottimi.

Didattica-14

Come mai proprio un formato ormai obsoleto come la cassetta? Mi avete costretto a tirare fuori il mio Walkman Sony d’annata…

E’ un supporto che ci affascinava per svariate ragioni, rappresenta un’epoca, la nostra passione per un’estetica vintage, un continuo scambio fra hi e low fi. Inoltre Industrial Coast è esclusivamente una cassette label.

Con che strumentazione suonate? Silvia, l’ultima volta che ci siamo visti eri molto indecisa su che chitarra elettrica puntare….

Per quanto riguarda il basso Valentina usa principalmente il basso fretless 4 corde con D-tuner (un Lakland), che riesce a essere più duttile e seguire meglio le esigenze di timbro con l’utilizzo dei pedali. Nella sua pedaliera ci sono fuzz, distorsore, effetti d’ambiente e diversi octaver, ognuno miscelato secondo le necessità, oltre che l’ebow che usiamo entrambe.

Silvia usa una Music Man 25th Anniversary, dal suono “vergine” adatto al processing ma che “crudo” si presenta cristallino e morbido allo stesso tempo. Gli effetti che usa sono in parte digitali (come la multieffetto Pod Hd 500 della Line 6, il Superego e l’Octaver Multipler della Electro Harmonics, il Triple Delay della Tc Electronics) ed in parte analogici “handmade” per via della privilegiata collaborazione con Andrea Tremolada (Tac Electronics) grazie alla quale ha a disposizione riproduzioni con modifiche custom di pedali come Fuzz Fat Factory, Reverberation Machine, Chasm Reverb, Parallel Universe, Echo Bender…. Ultimamente predilige suonare “in linea”, direttamente nell’impianto, ma è comunque soddisfatta del suo ampli Fender Blues Junior.

silvia-cignoli-3

I vostri prossimi progetti? Su cosa state lavorando?

Come IN/ELEKTRA stiamo lavorando alla promozione del disco e alla sua presentazione live, nonché ad un videoclip. Speriamo di poter dare dettagli a breve!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s